Accedi all'area personale o Registrati ComeSmettere.com - home page Smettere di fumare - ComeSmettere.com

Intossicazione da nicotina

La nicotina è una sostanza altamente tossica già in piccole dosi. La sua tossicità è più elevata rispetto ad altre droghe notoriamente molto forti come l’eroina. Le sue proprietà tossiche vengono sfruttate in agricoltura per la produzione di insetticidi.

Bastano solo 60 milligrammi di nicotina per uccidere un uomo adulto in pochi minuti. Una sigaretta ne contiene circa 10 milligrammi. Teoricamente basterebbero quindi solo poche sigarette fumate una dopo l'altra per indurre la morte, nella pratica ciò non avviene per una serie di fattori: va considerato il grado di assuefazione dell'organismo di un fumatore abituale che riesce a tollerarne concentrazioni maggiori (rimane comunque esposto a tutti gli effetti nocivi del fumo di sigaretta), una parte della nicotina viene poi bruciata durante la combustione del tabacco ed il grado di assorbimento della nicotina che giunge nelle vie respiratorie dipende dall'intensità con la quale si inspira il fumo.

I sintomi da intossicazione possono essere lievi o acuti. Nell'intossicazione lieve compaiono nausea, salivazione, mal di testa, mal di stomaco, vomito, diarrea, pallore, sudore freddo, dolori muscolari. Nell'intossicazione acuta compaiono, oltre a tutti i sintomi presenti in quella lieve, anche difficoltà a respirare, confusione mentale, convulsioni, fino al collasso cardiaco.

I sintomi da intossicazione compaiono più frequentemente in fumatori occasionali o non fumatori che vengano a contatto con prodotti a base di nicotina come cerotti o gomme da masticare utilizzati dai fumatori per smettere di fumare. E' bene tenere questi prodotti sempre lontano dalla portata dei bambini che potrebbero scambiarli per comuni gomme da masticare. Maneggiare i cerotti può essere altrettanto dannoso per la capacità della nicotina di penetrare attraverso la pelle.

Sintomi da intossicazione possono comparire comunque anche nei fumatori abituali nel caso in cui si aumentino il numero di sigarette, si acquistino sigarette con una concentrazione di nicotina maggiore o si fumi contemporaneamente all'uso di farmaci a base di nicotina per smettere di fumare. I fumatori abituali manifestano comunque sempre tutti gli effetti dannosi di questa sostanza come l'aumento della pressione arteriosa o i disturbi gastrici.

L'intossicazione lieve è molto frequente la prima volta che si fuma ed è conosciuta col nome di "sindrome da fumo della prima sigaretta", è caratterizzata dalla comparsa di uno o più i sintomi fra quelli descritti in precedenza. Generalmente questa fase viene poi superata con l'assuefazione se il fumatore diventa abituale.

Fra i rimedi naturali contro le forme di intossicazione lieve da nicotina si segnalano il carbone attivo che è in grado di ridurne l'assorbimento nel caso questa sia stata ingerita e l'aglio che è ha la proprietà di sopprimere i disturbi cardiaci e nervosi generati dalla nicotina.

Più raro è invece l'avvelenamento da nicotina qualora si venga a contatto con questa sostanza nella sua forma pura. Data la facilità con la quale penetra attraverso la pelle, anche una minima quantità può provocare un arresto cardiaco in pochi minuti. Se il contatto è avvenuto per via cutanea, bisogna lavare velocemente l'area interessata con acqua e sapone, in caso di ingestione è necessaria una lavanda gastrica.

Libro : Come smettere di fumare da soli